JOIN IAA!

Cos'è la mission aziendale e perchè è importante comunicarla

 

"Un ambiente di lavoro Phygital è guidato dalla forza di un perché". Recita così il primo principio del Phygital Work Manifesto individuando il perché come elemento chiave per la trasformazione digitale dei contesti lavorativi.

Il perché è il cuore pulsante di un’azienda, la ragione della sua esistenza e il suo fine ultimo. Ogni impresa si distingue per la propria missione e visione che, insieme, determinano la traiettoria e le scelte di business odierne e future.

Il perché è anche il perno del Golden Cirle di Simon Sinek. Secondo Sinek "people won’t truly buy into a product, service, movement, or idea until they understand the WHY behind it."

Per capirne in profondità il valore e come la mission aziendale possa avere un impatto su tutti gli stakeholder aziendali, è necessario soffermarsi sulla definizione di questo concetto.

 

Cos'è la mission aziendale

La mission in quanto elemento strategico di un’impresa definisce il perché della sua esistenza. Le aziende mission-driven creano valore per gruppi di stakeholder specifici, inclusi clienti, dipendenti e azionisti, utilizzando la propria mission come guida per raggiungere obiettivi prestabiliti. Di conseguenza, dal raggiungimento di questi obiettivi beneficiano in modo positivo tutti gli stakeholder.

È necessario che la mission sia d’impatto, chiara e contestuale. Deve essere un concetto evocativo, breve, calato in contesto ben preciso. Sia la mission che la vision, prospetta uno scenario futuro che individua gli obiettivi di lungo periodo: necessitano quindi di una solida base valoriale che guidi il processo decisionale dei manager e le azioni di tutti i collaboratori.

Può succedere che nel corso del tempo sia necessario aggiustare la mission per adattarlo al contesto in cui l’impresa agisce.

Nel 2017 la società di Mark Zuckemberg, al tempo Facebook, cambia la sua mission, passando da: "rendere il mondo più aperto e connesso, a permettere alle persone di costruire una comunità globale e unire il pianeta". Oggi, la società cambia anche nome: Meta, per sottolineare che il metaverso sarà l’evoluzione delle nostre connessioni sociali. "Our company’s vision is to help bring the metaverse to life, so we are changing our name to reflect our commitment to this future". Questo è sicuramente un caso singolare ma è indice della velocità con cui cambia il contesto odierno che richiede straordinaria flessibilità e innovazione da parte delle imprese.

Oltre a una mission chiara e contestuale, oggi gioca un ruolo chiave il purpose aziendale, ovvero la raison d’être di un’impresa che oltre a giovare l’impresa stessa, ha un impatto positivo sul contesto esterno.

Tuttavia, come sottolinea un recente articolo di McKinsey

"a superficial approach to purpose doesn’t work. In fact, it can do considerable harm, opening up your company to accusations of inauthenticity or “purpose-washing,” turning off customers or driving them away completely, and disaffecting employees up and down your organization. Poor outcomes follow when purpose is a patch job."

È necessario che il purpose sia autentico, abbia una ratio ben precisa e allo stesso tempo, in sintonia con i membri dell’organizzazione in modo che abbia un peso nei loro processi decisionali.

 

Comunicare la mission aziendale

La mission e i valori aziendali a cui l’organizzazione si ispira costituiscono il fondamento della narrativa aziendale interna ed esterna. Uno storytelling aziendale ben costruito contribuisce al miglioramento della reputazione, asset intangibile che nel tempo va a rafforzare l’engagement degli stakeholder

Oggi i confini tra piano interno ed esterno sono dissolti, i due piani si sovrappongono sempre di più e un approccio multicanale è imprescindibile.

In relazione al Phygital Work Manifesto, costruire uno storytelling aziendale rende l’impresa attrattiva come valido datore di lavoro, influenzando più gruppi di stakeholder. Dai futuri dipendenti che idealizzeranno l’azienda come potenziale datore lavoro, ai dipendenti attuali che si sentiranno più ingaggiati e motivati sul luogo di lavoro.

La creazione di un forte e ben posizionato employer brand passa anche e soprattutto da una corporate narrative che racconti i valori aziendali e come questi danno vita alle iniziative che l’impresa intraprende.

In conclusione, comunicare la mission inserendola nella narrativa aziendale con un approccio multicanale contribuisce a migliorare la propria reputazione sia verso gli stakeholder interni sia esterni generando, quindi, valore per l’azienda stessa.

Articolo scritto da Naomi Pagani

 

New call-to-action

 

collisions-informazioni
Click me

Seguici sui social